Cane adottato viene restituito 11 volte al canile. Allora il personale si rende conto di una “strana” verità.

Si chiama Gumby, ha circa tre o quattro anni e ha molta difficoltà a trovare una casa. E’ stato adottato da svariate famiglie ma è tornato sempre al rifugio dove i suoi altri amici a 4 zampe attendono una famiglia che li adotti.

Ma perché Gumby finisce sempre col tornare al rifugio?

Gumby, a prima vista è un cane gentile, tranquillo e adora giocare. Lo trovarono l’autunno del 2014 che girovagava per le strade e lo portarono al canile di Charleston, al sud della Carolina. Gumby si è comportato subito in maniera molto allegra e il personale era sicuro che sarebbe stato presto adottato. Cosi è stato.

Purtroppo l’adozione non durò per molto tempo. Tre giorni dopo, era già di ritorno al canile. Subito dopo un’altra famiglia volle adottarlo, ma dopo sei giorni, si trovava di nuovo al rifugio.

La storia andò avanti così per due anni. Gumby fu adottato e riportato in canile otto volte! Tre volte invece lo trovarono abbandonato e solo per le strade. Povero Gumby!

Perché tornava sempre? Donya Satriale, lavora nel canile e pensa che Gumby torna al canile, perché lui “sa di avere un compito molto importante”. Pare infatti che ogni volta che veniva adottato, assumeva comportamenti distinti, come se non volesse restare con le nuove famiglie e spesso scappava con l’intento di tornare al canile.

Risulta che Gumby ha un ruolo molto importante nel rifugio di animali. Ogni volta che un cane arrivava al centro, lui era li, appoggiandolo e mostrando una grande empatia. Gumby faceva tutto il possibile perché questi cani, spesso molto stressati, si sentissero come a casa.

Un cane che desidera vivere al rifugio!

Il personale ha commentato che non avevano mai visto nulla di simile. Inoltre Gumby è diventato un donatore di sangue, anche per i gatti. Pare infatti che il suo sangue sia compatibile sia con quello dei cani che deii gatti.

Adesso hanno deciso che Gumby resterà definitivamente a vivere al rifugio. Li può giocare con 50 cani ogni giorno, mangia bene e riceve tutto l’amore del personale.

Gumby è un esempio per molta gente. Incluso ha preso parte ad un servizio fotografico per un calendario. I pompieri della città, si sono fatti fotografare per racimolare fondi, per la gente bisognosa.

Gumby ha dimostrato che i volontari non devono per forza essere umani, infatti lui è un “cane da volontariato” ed è felice del suo importante lavoro..