Caduto dalla bici non riuscivo a muovermi, la strada era isolata ed era tutto buio. Improvvisamente è sbucato quel cane dal bosco, mi ha guardato fisso. 2 minuti dopo, non riuscivo a credere a quello che stava facendo.

Il cane è uno degli animali più fedeli e amichevoli, soprattutto verso l’essere umano. Sono in grado di farci sentire meglio quando siamo tristi o di proteggerci quando ne abbiamo più bisogno. A riprova di ciò, la storia che segue vi lascerà profondamente commosso.

Mario Ion è un uomo di 40 anni, che vive in Romania, che nel suo tempo libero ama fare giri in bicicletta attraverso le montagne dell’ovest nella foresta. In una delle sue corse da ciclista, purtroppo, l’uomo ha subito un incidente ma ha ricevuto l’aiuto di un essere straordinario. Ion stava facendo una delle sue tipiche gite in bicicletta attraverso l’area boscosa del Monte Semenic. Quando aveva percorso 30 km e si trovava nell’oscurità della notte, l’uomo si è schiantato sul lato della strada. A causa della brutta caduta, gli era impossibile fare alcun movimento, quindi dovette sdraiarsi sul terreno ghiacciato. All’improvviso, come fosse un angelo, un cane spuntò dall’oscurità, si avvicinò al punto in cui si trovava il ciclista, e vedendo che l’uomo non si muoveva, il cane si sdraiò accanto a lui disposto ad aspettare fino a quando qualcuno fosse arrivato. Era come se sapesse che Mario era davvero nei guai. Alcune ore dopo, due uomini del gruppo di ricerca trovarono Mario,  la polizia e l’ambulanza arrivarono sul posto. La squadra di soccorso fu davvero sorpresa perché il cane era rimasto vicino all’uomo per dargli calore, un’azione che lo aveva salvato da una grave ipotermia di cui già stava accusando i sintomi. Quando hanno cercato di portare Mario sull’ambulanza, il cane voleva seguirlo, ma la polizia non glielo ha permesso.

Quando l’ambulanza è partita, il cane le correva dietro, voleva davvero tenere al sicuro quest’uomo. Mario Ion, dopo un grande spavento, è stato curato in ospedale per una clavicola fratturata e una lieve ipotermia, lieve grazie al calore che il suo amico gli aveva dato.

Non è noto se il cane abbia vissuto qualche tempo nella zona boscosa o se lo abbiano abbandonato di recente. Quello che sappiamo è che questo piccolo amico ha un grande cuore e oggi è un eroe.

 

Dopo la sua grande azione, il cane è stato adottato da Mihai Popovici , vice presidente del consiglio della contea di Caras Severin , che ha deciso di chiamarlo Max.

“E’ un eroe, considerando il lavoro che ha fatto per quell’uomo, si merita di più che rimanere nella foresta. Questo eroe merita una casa”, ha detto Loredana Falca, membro dell’associazione di cani di Resita.

Il lavoro eccellente che ha reso questo cane, è davvero di grande lezione per tutti. Siamo sicuri che Mario è grato a Max, e per fortuna questo grande eroe ha trovato una nuova casa.