Un ragazzo ha trovato questo animale dietro casa sua, gettato per terra, e anche se non capiva di cosa si trattasse, ha subito chiamato i soccorsi.

Incredibile come gli animali riescono a superare le avversità e vivere al meglio ogni giornata. La felicità fa parte del loro stile di vita, anche quando hanno alcune limitazioni.

Dobby è un’opossum che è stato trovato, buttato per terra, nel retro di una abitazione. Lui ha una condizione molto speciale, soffre di alopecia e la sua pelle è completamente scoperta. Fortunatamente per lui, questo non rappresenta alcun problema, niente che gli impedisca di vivere una vita divertente e felice.

Da due anni, Dobby vive nell’Emerald Coast Wildlife Refuge, in Florida. Questo opossum è stato trovato completamente senza pelo e questa è una condizione abbastanza grave, perché lo rende più vulnerabile ai predatori.

Shelby Prole, portavoce del rifugio, ha detto che dal momento in cui è arrivato il piccolo Dobby, il personale del rifugio si è trasformato. Sono diventati i migliori ambasciatori di animali selvatici che soffrono di questa malattia.

Dobby adesso vive felice nel rifugio, è calvo, ma è sempre allegro e vivace. E’ un eccellente maestro che aiuta nell’educazione sulle sue condizioni. Certamente questo piccolo opossum è diverso dagli altri, ma è questo che lo rende così speciale.

Quando Dobby non è al lavoro nella sua campagna per creare coscienza su questa malattia, nella vita silvestre, è come qualunque altro opossum, anche se un po’ più “nudo”

Lui ama il pesce. Si diverte molto a cercare il burro di arachidi che il personale nasconde tra i suoi giocattoli, intorno al recinto.

Non perde l’opportunità di dormire nel suo lettino per gatti.

La pelle di Dobby non produce l’olio necessario alla sua idratazione e il personale ogni giorno lo deve ungere con una speciale crema, altrimenti la sua pelle si sgretolerebbe.

Dobby non sembra dare molta importanza alla sua condizione e riceve le cure speciali con molto amore. Anche se gli animali sono molto più felici liberi, non sembra che Dobby se la passi tanto male, anzi…